Tu sei qui

Pagamento delle sanzioni

Share button

COMUNICAZIONE

Dal 1° Settembre 2020, in ottemperanza al D.L. 162/2019, la Polizia Municipale di Arezzo ha attivato la modalità di pagamento delle violazioni tramite PagoPA.

Per effetto del Decreto Semplificazione (D.L. 16 luglio 2020, n. 76) l’obbligatorietà di adesione delle Pubbliche Amministrazioni a PagoPA era stato prorogato al 28 febbraio 2021, con la possibilità di utilizzare per i pagamenti anche il bonifico bancario.

La Polizia Municipale di Arezzo nonostante la proroga ha attivato tale modalità di pagamento rimanendo comunque invariata la possibilità di pagare presso il Comando, in contanti, tramite Bancomat o Carta di Credito.   

Il vantaggio di PagoPA, per i cittadini, è che la piattaforma permette di fare i pagamenti in vario modo, a seconda di quello che l'utente ritiene più comodo o più economico: direttamente sul sito o sull'applicazione mobile dell'ente o attraverso i canali sia fisici che online di banche e altri Prestatori di Servizi di Pagamento (Psp), come ad esempio le agenzie di banca, gli home banking, gli sportelli Atm, i punti vendita Sisal, Lottomatica e Banca 5 e presso gli uffici postali.

Sui verbali notificati alla residenza il cittadino avrà a disposizione una allegata avvisatura di PagoPA. 

 

MODALITA' PAGAMENTO SANZIONI (derivanti da violazioni al Codice della Strada, Regolamenti, Ordinanze, eccetera).

Una volta che è stata avviata una procedura sanzionatoria, l'interessato/a può intervenire con il pagamento oppure con una delle forme di ricorso previste. In caso di pagamento tempestivo, come di seguito indicato, si può beneficiare della sanzione ridotta. Col passare del tempo si aggiungono spese procedurali, spese di notifica, aumenti della sanzione, fino all'esecuzione forzata con iscrizione a ruolo per mancato pagamento.

Sconto del 30% sulle sanzioni pagate entro 5 giorni. Leggi i dettagli.

Procedura avviata con preavviso di violazione (preavviso rosa depositato sul tergicristallo del veicolo): pagamento in misura ridotta, senza aggravio di spese procedurali e di notifica

Entro 10 giorni dall'accertamento:

- tramite conto corrente postale n. 209528 (codice IBAN IT46 E076 0114 1000 0000 0209 528), intestato a Comune di Arezzo - Ufficio Polizia Municipale, indicando nella causale numero e data del verbale;

- presso una ricevitoria del lotto abilitata al servizio Lottomatica ;

- direttamente all'Ufficio Cassa della Polizia Municipale in via Setteponti 66, in contanti o con bancomat (orari di apertura in fondo alla pagina: Ufficio competente per materia).

Trascorsi 10 giorni dalla data di accertamento indicata nel preavviso di colore rosa, il verbale viene notificato, con aggravio delle spese procedurali e di notifica.

Procedura avviata con verbale contestato direttamente o notificato al trasgressore: pagamento in misura ridotta (entro 60 giorni)

on line, (pagamento con carta di credito; è necessario citare numero e data del verbale, targa del veicolo);

- tramite conto corrente postale n. 209528 (codice IBAN IT46 E076 0114 1000 0000 0209 528), intestato a Comune di Arezzo - Ufficio Polizia Municipale, indicando nella causale numero e data del verbale;

- presso una ricevitoria del lotto abilitata al servizio Lottomatica ;

- direttamente all'Ufficio Cassa della Polizia Municipale in via Setteponti 66, in contanti o con bancomat (orari di apertura in fondo alla pagina: Ufficio competente per materia).

Pagamento senza riduzione

Trascorsi 60 giorni dalla contestazione diretta o dalla notifica, senza che sia stato effettuato il pagamento o sia stato proposto un ricorso, il verbale costituisce titolo esecutivo e la somma da pagare sarà elevata a circa il doppio della misura ridotta (corrispondente alla metà del massimo edittale), con aggiunta delle spese procedurali.

Mancato pagamento

In caso di mancato pagamento entro i termini indicati nel verbale, l'Amministrazione comunale procede al recupero della somma, gravata dalle maggiorazioni previste, con esecuzione forzata mediante iscrizione a ruolo, che sarà notificata al trasgressore. Per i dettagli consultare la scheda "Mancato pagamento delle sanzioni".

Ricorsi

Avverso una contestazione, un avviso o una notifica di violazione, può essere presentato ricorso al Prefetto o al Giudice di Pace. Per le modalità consultare la scheda "Ricorsi".

Normativa 
Articolo 202 del Codice della Strada.

Area tematica: