Tu sei qui

Autocertificazione e visura tramite ANPR

Share button

Tutti i cittadini residenti hanno oggi a disposizione sul portale dell'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR) la sezione “Servizi al Cittadinoche permette di accedere ai servizi di visura e autocertificazione dei propri dati. Il servizio è accessibile anche da dispositivi mobili (smartphone, tablet).

La Visura anagrafica è la consultazione dei propri dati. Si ricorda che la visura non sostituisce il certificato, in quanto manca la firma del pubblico ufficiale che ne attesti la veridicità. La visura può essere utilizzata per il controllo dei propri dati e per la creazione del documento di autocertificazione. Con il tasto “stampa autocertificazione” viene creato un PDF con i dati desiderati.

L'Autocertificazione è il documento, sottoscritto dall'interessato, prodotto in sostituzione del certificato e che può riguardare tutti i dati ricompresi nell'art. 45 D.P.R. 445/2000, la gran parte dei quali oggetto di registrazione in anagrafe (oggi ANPR) e nei registri dello stato
civile.

L’art. 30-bis d Decreto Legge n. 76/2020 convertito nella Legge n. 120/2020 introduce una significativa innovazione in materia di autocertificazioni, imponendole non più soltanto nei rapporti tra cittadino e pubbliche amministrazioni o gestori di pubblici servizi, ma anche nei rapporti tra privati, senza alcuna distinzione (ad esempio Banche, Assicurazioni, Società Sportive, Notai). Infatti, mentre prima le autocertificazioni erano possibili solo verso i privati che vi acconsentivano, adesso è stata soppressa la condizione del consenso dei privati destinatari dei documenti, aprendo così ad un obbligo generalizzato di accettare le autocertificazioni. In sostanza, con il nuovo Decreto Semplificazioni, chiunque (pubblici e privati) è tenuto ad accettare le autocertificazioni e ha la facoltà di effettuare controlli sulla veridicità della dichiarazioni sostitutive ricevute. Viene meno quindi la necessità per il cittadino di richiedere certificati anagrafici, fermo restando che gli stessi possono comunque essere richiesti e prodotti (ma solo ai privati) con il rilascio in bollo e relativo costo.

L'accesso avviene collegandosi al portale dei cittadini sul sito dell'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente - ANPR mediante autenticazione con uno dei seguenti strumenti di identità digitali:

I cittadini potranno, una volta autenticati, accedere e visionare i propri dati presenti nell'archivio, e in particolare: 

  • Generalità: data e luogo di nascita, sesso, codice identificativo comunale e ANPR e, se presente, gli estremi dell’atto di nascita;
  • Stato civile;
  • Cittadinanza;
  • Carta identità: numero, tipo (cartacea/elettronica), validità per l’espatrio, data di scadenza, Comune di rilascio;
  • Famiglia anagrafica: codice identificativo comunale e ANPR, data di ingresso nella famiglia e relazione di parentela;
  • Residenza/Altri recapiti: per la residenza sono riportati data di decorrenza, CAP, indirizzo e numero civico

Il sistema consente, inoltre, al cittadino di produrre e stampare delle dichiarazioni sostitutive di certificazione relative ai dati anagrafici sopra riportati, da utilizzare secondo quanto previsto dall’art. 46 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445. In particolare, è possibile produrre autocertificazioni, anche cumulative di due o più dei seguenti dati, relative a:

  • nascita;
  • stato civile;
  • cittadinanza;
  • famiglia anagrafica;
  • residenza;
  • esistenza in vita.

Nota per i soggetti privati che ricevono le autocertificazioni dei cittadiniil certificato è sempre sostituito dall'autocertificazione, che potrà poi essere verificata direttamente con l'ufficio anagrafe o con l'ufficio di stato civile titolare del dato.
Per richiedere la verifica dell'autocertificazione prodotta dal cittadino si invita ad utilizzare il modello "richiesta verifica autocertificazione" (in Modulistica) corredato dall'autocertificazione stessa e contenente il consenso dell’interessato alla richiesta di controllo.
La richiesta va inviata via PEC a comune.arezzo@postacert.toscana.it.

Dove rivolgersi: