Tu sei qui

Manifestazioni sportive non competitive

Share button

Per manifestazioni sportive non competitive si intendono tutte quelle manifestazioni (raduni motoristici, camminate, pedalate, manifestazioni non competitive in genere a carattere culturale, sociale, di spettacolo e/o trattenimento, organizzati sia da soggetti pubblici che privati) organizzate non a fini di lucro che non comportano lo svolgimento di una gara intesa come competizione tra due o più concorrenti o squadre e in cui non è prevista alcuna classifica.

Le manifestazioni sportive non competitive sono soggette a semplice comunicazione da inviare ai sensi dell’art. 123 del regolamento d’esecuzione del T.U.L.P.S.

Qualora la manifestazione preveda una occupazione temporanea di suolo pubblico questa è soggetta al rilascio di una apposita concessione.

Per l’organizzazione della manifestazione è necessario:
- che i partecipanti siano in possesso di una certificazione di buona salute rilasciata ai sensi del Decreto del Ministero della Sanità n. 28/02/1983;
- aver preso visione delle condizioni del manto stradale dove si svolgerà la manifestazione dichiarandone l’idoneità per effettuarvi la manifestazione;
- predisporre un apposito servizio di scorta tecnica avvalendosi di personale proprio o degli organi di polizia al fine di assicurare, durante lo svolgimento della manifestazione, le condizioni di sicurezza, controllo, assistenza e vigilanza necessarie.
- provvedere, entro sette giorni dall’avvenuto svolgimento della manifestazione, al ripristino dei luoghi e delle strade interessate dall’evento e di darne comunicazione alla Polizia Municipale.

I veicoli partecipanti a manifestazioni sportive non competitive, ove previsti, devono essere in regola per quanto riguarda la normativa del Codice della Strada

Per le competizioni sportive che si svolgono su strade di proprietà, deve essere acquisito preventivamente il nulla osta dei soggetti proprietari delle strade. Questo vale per i soggetti privati ma anche per i soggetti pubblici proprietari delle strade (es. per strade provinciali che si trovano in territorio comunale occorre il parere della Provincia). Se tali manifestazioni interessano strade di competenza di più comuni, gli organizzatori dovranno prendere contatto con l’amministrazione pubblica sovraordinata (es Provincia o Regione).

Qualora l’evento preveda l’impiego di animali occorre contattare l’Ufficio Tutela Ambientale, competente in materia, e scaricare l'apposito modulo dalla Sezione Modulistica.

Qualora l’evento preveda attività rumorose occorre contattare l’Ufficio Tutela Ambientale, competente in materia (vedi link alla pagina dedicata dell'Ufficio Tutela Ambientale).

Modalità di presentazione della domanda

Prima della presentazione della comunicazione si prega di prendere contatti con l’Ufficio competente per verificare la disponibilità dell’area o della zona nella quale si intende svolgere la manifestazione.
Se la manifestazione sportiva non prevede attività rumorosa od occupazione temporanea di suolo pubblico deve essere utilizzato il modulo “Comunicazione manifestazione sportiva non competitiva ex art 123 TULPS” (vedi sezione Modulistica)
Qualora la manifestazione sportiva preveda anche attività rumorosa od occupazione temporanea di suolo pubblico deve essere utilizzato il modulo “Domanda per manifestazione sportiva non competitiva con richiesta suolo e deroga rumore” (vedi sezione Modulistica)

La relativa comunicazione, con o senza richiesta di concessione temporanea di occupazione di suolo pubblico ovvero con o senza richiesta di autorizazione in deroga per attività rumorosa, deve essere presentata almeno 30 giorni prima dell’evento utilizzando l'apposito modulo (vedi sezione Modulistica) in quanto deve essere sottoposta al parere del tavolo tecnico per le valutazioni di competenza.

Nel termine di 30 giorni antecedente la manifestazione è necessario contattare la Centrale Operativa 118 dell'Azienda ASL Toscana Sud Est al fine di poter ricevere le relative prescrizioni volte a favorire la predisposizione di un piano di emergenza sanitaria. Tali prescrizioni dovranno essere comunicate anche all'Ufficio Programmazione e sviluppo economico del Territorio il quale provvederà ad inserirle nell'autorizzazione, ove prevista, La locale Centrale Operativa 118 può essere contattata con una delle seguenti modalità:
- telefono: 335 8749025
- posta elettronica: maxieventiarezzo@usl8.toscana.it

In fase di presentazione della documentazione richiesta, al fine di poter assicurare una maggior sicurezza per gli atleti partecipanti, si prega di esplicitare quanto segue:
- la necessità di eventuali chiusure al traffico o di divieto di sosta di alcune strade o tratti di queste
- la necessità della presenza della Polizia Municipale con o senza scorta.
Sarà cura degli organizzatori prendere contatto con la Polizia Municipale per concordare le modalità di svolgimento dell’eventuale servizio e gli eventuali costi a carico degli stessi, così come previsto dall'art.33 del vigente Regolamento del Corpo di Polizia Municipale. Per i contatti relativi alla Polizia Municipale vedi link seguente.

In allegato alla richiesta è obbligatorio presentare il regolamento (o disciplinare) della manifestazione, il programma e il relativo percorso (dettaglio strade, planimetria e tabella di marcia) al fine di consentire una puntuale valutazione della gara in sede di istruttoria.

La richiesta di concessione,gli allegati nonché tutte le relative successive comunicazioni e/o integrazioni, possono essere inviati tramite:

  • E-mail ordinaria: manifestazioni@comune.arezzo.it;
  • PEC: comune.arezzo@postacert.toscana.it;
  • per posta ordinaria all’indirizzo seguente: Comune di Arezzo – Piazza Libertà, 1 – 52100 Arezzo
  • ​con consegna a mano direttamente all'Ufficio Programmazione e sviluppo economico del territorio posto in Piazza A.Fanfani n. 2, oppure allo Sportello Unico del Comune di Arezzo – Servizio Protocollo, posto in Piazza A.Fanfani n. 1, negli orari di apertura degli stessi.

Ai sensi dell’articolo 123 reg esecuzione Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza (T.U.L.P.S.), gli organizzatori dell'evento, sono tenuti a darne avviso al Questore, almeno tre giorni prima dell’evento utilizzando l'apposito modulo scaricabile dalla sezione Modulistica.

Rete NATURA 2000 in Toscana – Rispetto normativa VincA

Le manifestazioni motoristiche, ciclistiche e podistiche sono soggette a quanto previsto dalla L.R. n. 30/2015 e della Del.GRT n. 119 del 12 febbraio 2018 in materia di Nulla osta e valutazioni di incidenza ambientale e nel rispetto dei siti di cui alla Rete NATURA 2000 in Toscana. Sul sito della Regione Toscana sono pubblicate le nuove procedure per la presentazione di istanze di Nulla Osta, VincA, autorizzazioni e altri atti di assenso per interventi all'interno delle Riserve Naturali regionali o che possano determinare incidenze significative su SIC o Siti della Rete Natura 2000.

Ai sensi di quanto previsto dalla Direttiva 92/43/CEE "Habitat" con Rete Natura 2000 si intende l'insieme dei territori protetti costituito da aree di particolare pregio naturalistico quali le Zone Speciali di Conservazione (ZSC) ovvero i Siti di Importanza Comunitaria (SIC). Tale rete si estende anche alle Zone di Protezione Speciale (ZPS) istituite ai sensi della Direttiva 79/409/CEE "Uccelli", abrogata e sostituita dalla Direttiva 2009/147/CE. La Rete Natura 2000 costituisce di fatto lo strumento a livello europeo attraverso il quale preservare le specie di flora e fauna, minacciate o in pericolo di estinzione, e gli ambienti naturali che le ospitano.

Gli organizzatori pertanto dovranno presentare in allegato alla pratica di autorizzazione per lo svolgimento della manifestazione sportiva anche il parere ovvero l’autorizzazione rilasciata dalla Regione Toscana nel rispetto della normativa VincA

Link https://www.regione.toscana.it/-/rete-natura-2000-in-toscana-2

Link https://www.regione.toscana.it/-/nulla-osta-e-valutazioni-di-incidenza-ambientale

Istruttoria del procedimento

La comunicazione, con o senza richiesta di concessione di occupazione temporanea di suolo pubblico ovvero di autorizzazione in deroga per attività rumorose relativa allo svolgimento della manifestazione sportiva non competitiva, deve essere presentata non oltre 30 giorni antecedenti lo svolgimento dell’evento.

Qualora la comunicazione con o senza domanda di concessione/autorizzazione non risultasse regolare o completa, il responsabile del procedimento sospende i termini del procedimento, richiede l'integrazione della documentazione mancante o la regolarizzazione della domanda indicando le cause di irregolarità o di incompletezza e fissa il termine per la presentazione di quanto richiesto. Decorso inutilmente tale termine, si procederà all'archiviazione della domanda.

La documentazione relativa allo svolgimento delle manifestazioni sportive non competitive saranno valutate dal Tavolo Tecnico Comunale così come previsto dall’art. 12 del Regolamento per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche e per l'applicazione del relativo canone (COSAP), il cui parere è necessario per il rilascio della autorizzazione/concessione richiesta se prevista oppure per valutare eventuali criticità per la disciplina del traffico o per la concomitanza con altri eventi.

Costi da sostenere

Per la presentazione della “Comunicazione manifestazione sportiva non competitiva ex art 123 TULPS” non sono previsti costi.

Per la presentazione della “Domanda per manifestazione sportiva non competitiva con richiesta suolo e deroga rumore” sono previsti i seguenti costi:

  • n. 2 marche da bollo da € 16,00 (in caso di esenzione deve essere specificato il titolo che dà diritto all'esenzione). Per l’assolvimento dell’imposta di bollo può essere utilizzato anche il modulo Dich.ne sostitutiva per assolvimento marca da bollo (vedi sezione Modulistica);
  • diritti di istruttoria pari ad € 20,00 solo nell’eventualità di occupazione di suolo pubblico. Il pagamento dei diritti di istruttoria può essere effettuato con le modalità di cui al LINK seguente;
  • ​canone di occupazione di suolo pubblico (COSAP) - se previsto -, il cui importo, assieme alle modalità di pagamento, è determinato dal vigente regolamento in materia.

 

Normativa di riferimento

REGIO DECRETO 18 giugno 1931, n. 773 "Approvazione del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza"
REGIO DECRETO 6 maggio 1940, n. 635 "Approvazione del regolamento per l'esecuzione del testo unico 18 giugno 1931-IX, n. 773, delle leggi di pubblica sicurezza"
DECRETO MINISTERIALE 19 agosto 1996 "Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, costruzione ed esercizio dei locali di intrattenimento e di pubblico spettacolo"
DECRETO LEGISLATIVO 30 aprile 1992, n. 285 “Nuovo Codice della Strada”
LEGGE 26 ottobre 1995, n. 447 "Legge quadro sull'inquinamento acustico"
Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 2/R del 08.01.2014 "Norme in materia di inquinamento acustico"
LEGGE 7 agosto 1990, n. 241 "Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi"