Tu sei qui

Suolo pubblico - concessione per l'occupazione temporanea o permanente per somministrazione di alimenti e bevande da parte di pubblici esercizi

Share button

Servizi erogati

E’ possibile ottenere presso l’Ufficio Mobilità una nuova concessione, il rinnovo o una modifica di una concessione già ottenuta per l’occupazione temporanea o permanente di suolo pubblico per la collocazione di arredi funzionali alla somministrazione di alimenti e bevande da parte di pubblici esercizi.

Requisiti del richiedente

Titolare del pubblico esercizio ovvero legale rappresentante della società che gestisce il pubblico esercizio per si intende richiedere la concessione di suolo pubblico.

Modalità di richiesta

La domanda per l'occupazione temporanea o permanente di suolo pubblico per l’installazione di arredi deve essere compilata utilizzando l'apposito modello scaricabile dal box "modulistica" o ritirandone copia presso l'Ufficio Mobilità e deve essere completa dei documenti richiesti.

La domanda in bollo deve essere consegnata tramite le seguenti modalità:

- formato cartaceo presentata al protocollo dell'ente (Sportello Unico - piano terra) o tramite raccomandata A/R;

- formato digitale inoltrato per e-mail all'indirizzo di posta elettronica protocollo@comune.arezzo.it ;

- formato digitale trasmessa via PEC all'indirizzo di posta elettronica certificata comune.arezzo@postacert.toscana.it

Costi

La domanda deve essere presentata unitamente alla dimostrazione dell'avvenuto pagamento:

- delle spese di istruttoria pari a € 10,00 da effettuare tramite un versamento a favore del Servizio Tesoreria Comunale (vedi sezione "link utili") specificando nell'apposito campo la causale: "spese di istruttoria - concessione di suolo pubblico";

di n. 1 marca da bollo da euro 16.00 da effettuare tramite un versamento a favore del Servizio Tesoreria Comunale (vedi sezione "link utili") specificando nell'apposito campo la causale: "marca da bollo - concessione di suolo pubblico".

Modalità di erogazione

Su richiesta dell'interessato il titolo autorizzativo potrà essere ritirato direttamente presso l'ufficio Mobilità, previo appuntamento, oppure sarà inviato tramite PEC.

Prima del ritiro della concessione dovranno essere assolti gli oneri derivanti dal Canone Unico.

In caso di ritiro presso l'ufficio dovrà essere consegnata a mano la ricevuta a dimostrazione dell’avvenuto pagamento del Canone Unico e n. 1 marca da bollo da euro 16.00 da apporre nella concessione.

/In caso di invio tramite PEC dovranno essere inviati all'indirizzio di posta elettronica g.sanfilippo@comune.arezzo.it  la scansione della ricevuta a dimostrazione dell’avvenuto pagamento del Canone Unico e la scansione della ricevuta del versamento di n. 1 marca da bollo da euro 16.00 da effettuare a favore del Servizio Tesoreria Comunale (vedi sezione "link utili") specificando nell'apposito campo la causale: "marca da bollo - concessione di suolo pubblico".

I GIORNI DI APERTURA AL PUBBLICO DELL'UFFICIO MOBILITA' SONO IL MARTEDI’ E IL GIOVEDI’, CON ORARIO 8:30 - 13:30 E 15:30 - 17:30, PREVIO APPUNTAMENTO TELEFONICO AL NUMERO 0575377417 (DOTT. GIOVANNI SANFILIPPO).

Modalità di pagamento del Canone Unico

Prima del ritiro della concessione occorre provvedere al pagamento del Canone Unico tramite le modalità specificate nella sezione "link utili".

Normativa

- D. Lgs. 446/1997, art.1 della legge 160/2019 commi da 816 a 847.

- Regolamente comunale per la disciplina del canone patrimoniale di concessione di suolo pubblico, autorizzazione o esposizione pubblicitaria. Regolamento di disciplina del canone di concessione per l'occupazione delle aree destinate al commercio su area pubblica. (D.C.C. n. 97/2020) 

Occupazione di suolo pubblico ai sensi del D.L.41/2021 "Decreto Sostegni".

L'Amministrazione Comunale comunica che ai sensi dell’art. 30 D.L.41/2020 "Decreto Sostegni" sono state prorogate le misure già previste dall’art. 9 ter del D.L. 137/2020 “Decreto Ristori”. Pertanto per gli esercizi di ristorazione e di somministrazione di alimenti e bevande, fino alla data del 30.06.2021, è previsto l’esonero dal pagamento del Canone unico patrimoniale. E’ previsto altresì che, fino al 31.12.2021, è possibile presentare domande di nuove concessioni di suolo pubblico e/o di ampliamenti di superfici già concesse in via telematica con allegata la sola planimetria. Sempre limitatamente alla suddetta scadenza, è infine prevista l’esenzione dall’imposta di bollo.

Si informa infine che con delibera C.C. n. 97 del 22.12.2020 è stato approvato il nuovo Regolamento comunale per la disciplina del canone patrimoniale di concessione di suolo pubblico, autorizzazione o esposizione pubblicitaria che sostituisce il Regolamento per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche e per l’applicazione del relativo canone (COSAP) e che all’art. 44 introduce, quale misura temporanea di sostegno alle attività economiche in conseguenza della situazione di emergenza dovuta all’epidemia causata dal COVID-19, un regime transitorio fino al 30.09.2021 relativamente agli ampliamenti di superfici già concesse e per le nuove concessioni da rilasciarsi in via straordinaria e temporanea alle attività previste dal Capo 2 del Regolamento, ovvero alle attività di somministrazione di alimenti e bevande, alle attività commerciali ed artigianali del settore alimentare e alle attività commerciale del settore non alimentare.

In fondo alla pagina, nella sezione "Modulistica", è scaricabile il modulo per la richiesta di occupazione di suolo pubblico ai sensi del D.L.41/2021 "Decreto Sostegni"​.

Ufficio Competente: 
Dove rivolgersi: