Tu sei qui

Cambio di Residenza: come fare e cosa serve

Share button

Il cittadino italiano o straniero che trasferisce la propria dimora abituale nel Comune di Arezzo deve presentare la dichiarazione di Cambio di Residenza all’Ufficio Anagrafe entro 20 giorni dal trasferimento.

La residenza di una persona è nel luogo in cui ha la dimora abituale e coincide con il comune dove il soggetto è iscritto anagraficamente. (art. 43 del Codice Civile). Si raccomanda ai cittadini di non presentare richieste di trasferimento di residenza non veritiere in quanto verranno effettuati controlli in merito alle dichiarazioni effettuate.

Informazioni utili per la presentazione della domanda. Quale opzione scegliere:

  • Dichiarazione di immigrazione da altro Comune italiano:
  1. in caso di trasferimento da altro comune italiano al comune di Arezzo. In questo caso è necessario indicare il comune di provenienza.
  2. in caso di cittadino italiano iscritto all’AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all’estero) che si trasferisce dall’estero al comune di Arezzo. In questo caso è necessario indicare il comune estero di provenienza e il comune italiano di iscrizione all’AIRE
  • Dichiarazione di Scissione/Accorpamento, nel caso di cambiamento di abitazione nell’ambito del comune di Arezzo:
  1. Scissione se una o più persone della famiglia residenti allo stesso indirizzo si spostano ad altro indirizzo.
  2. Accorpamento se tutte le persone della famiglia residenti allo stesso indirizzo si spostano ad un indirizzo dove risultano residenti una o più persone con la quale sussistono vincoli di parentela o affettivi.
  • Dichiarazione di Cambio di residenza di tutta la famiglia, nel caso di cambiamento di abitazione nell’ambito del Comune di Arezzo: se tutte le persone della famiglia residenti allo stesso indirizzo si spostano ad altro indirizzo dove non risulta residente alcun familiare o persona legata da vincoli affettivi.
  • Dichiarazione di immigrazione dall'estero (per i cittadini stranieri): i cittadini stranieri mai stati residenti in Italia devono indicare lo Stato estero di provenienza.

Cosa sapere:

  • Stato di famiglia: le persone che abitano nella stessa abitazione legate da vincoli di parentela o affettivi sono per legge conviventi e fanno parte dello stesso stato di famiglia.
  • Vincoli affettivi: i vincoli affettivi dichiarati nella Dichiarazione di Residenza non sono soggetti a ripensamenti.
  • Minorenni: Il trasferimento di residenza di un minore può essere richiesto anche da uno solo dei genitori.  In tal caso sarà necessario indicare nel modulo le generalità e l’indirizzo dell’altro genitore al fine di consentire al Comune l’invio della comunicazione di avvio del procedimento.
  • Dati su Patente e libretto di circolazione
  • Variazione utenze domestiche: quando si cambia abitazione si deve procedere anche alla denuncia di variazione delle utenze domestiche: TARI (Tassa Rifiuti), Acqua, Luce, Gas

Cosa serve:

  • Nel caso insieme al dichiarante si trasferiscano altri componenti maggiorenni facenti parte della famiglia è necessario allegare alla dichiarazione, per ciascuno di essi, il modulo “Dichiarazione altri componenti maggiorenni”;
  • I cittadini di Stati appartenenti all'Unione Europea devono produrre i documenti comprovanti il possesso dei requisiti previsti dal D.Lgs. n. 30/2007, indicati nell'allegato B;
  • I cittadini di Stati non appartenenti all'Unione Europea devono allegare i documenti comprovanti la regolarità del soggiorno, indicati nell'allegato A, il passaporto o la carta di identità (se proveniente da altro Comune) e il Permesso di soggiorno in corso di validità;
  • I cittadini provenienti da uno Stato estero, ai fini della registrazione in anagrafe del rapporto di parentela con altri componenti della famiglia, devono allegare la relativa documentazione, in regola con le disposizioni in materia di legalizzazione e traduzione dei documenti;
  • I cittadini che vogliono registrare la convivenza di fatto devono produrre i documenti comprovanti la convivenza;
  • In riferimento all’occupazione dell’immobile l’ufficio accerterà la veridicità dei dati, per cui  è possibile allegare eventuale documentazione che dimostra la legittima occupazione dell’immobile (contratto di affitto, comodato, ecc.) e l’effettiva dimora abituale all’indirizzo (utenze domestiche: luce, gas, acqua, etc.)

Come fare:

1) tramite il servizio Cambio di residenza on line accedendo con SPID verificando i dati anagrafici precompilati ed inserendo nella procedura i dati richiesti come obbligatori. Non è previsto l’inserimento nella procedura on line del modulo Dichiarazione di residenza e del documento di identità del richiedente. 

Chi accede con SPID può chiedere il cambio anche per gli altri componenti della famiglia che trasferiscono la residenza. Se gli altri componenti sono maggiorenni,  prima di accedere con Spid è necessario scaricare il modulo di delega “Dichiarazione altri componenti maggiorenni” da far compilare e far firmare a ciascuno dei componenti. Il modulo dovrà essere inserito nella procedura on line insieme alla copia del  documento d’identità del delegante.

2) tramite lo Sportello Unico del Comune di Arezzo SU APPUNTAMENTO (in Piazza Amintore Fanfani n. 1, telefono 0575 377 777) consegnando, personalmente o tramite persona munita di delega scritta e di documento di identità il modulo "Dichiarazione di residenza". La dichiarazione deve essere firmata dal richiedente e dagli altri componenti maggiorenni che trasferiscono la residenza. Alla dichiarazione deve essere allegata copia del documento d’identità del richiedente e delle persone maggiorenni che trasferiscono la residenza insieme al richiedente.

3) tramite posta elettronica trasmettendo all’indirizzo PEC comune.arezzo@postacert.toscana.it, oppure all'indirizzo protocollo@comune.arezzo.it il modulo "Dichiarazione di residenza" indicando nell’oggetto: “Cambio di residenza”. Il modulo dovrà essere stampato,  compilato, firmato dal dichiarante e dagli altri componenti maggiorenni della famiglia e trasmesso insieme alla copia del documento di identità del richiedente e delle altre persone maggiorenni che si spostano.

L’ufficio anagrafe è a disposizione ai seguenti numeri: 0575 377221-222 per fornire assistenza in merito a casi specifici.

Dove rivolgersi: 
Area tematica: